Tutt’altro che libera.
In occasione della Giornata mondiale, anche quest’anno Reporters Sans Frontières ha pubblicato il consueto report annuale sullo stato della libertà di stampa nel mondo. Se il nostro Paese ha scalato 17 posizioni nella classifica, la situazione generale fotografata è preoccupante e riguarda tutte e tutti noi.
Trentuno stati sono ritenuti in una situazione molto grave, 42 difficile, 55 problematica e i restanti 52 buona o soddisfacente. Il giornalismo deve essere libero. Ogni giorno giornaliste e giornalisti svolgono un ruolo fondamentale nel funzionamento delle democrazie.
Il loro lavoro è, e rimarrà, essenziale.

PD METROPOLITANA

Condividi l'Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *