I giovani italiani pronti a partire per la GMG Lisbona 2023

La Giornata Mondiale della Gioventù (GMG) Lisbona 2023 è alle porte e i pellegrini italiani, come sempre, non faranno mancare la loro presenza. Sono già molte le notizie che giungono da diverse diocesi, da nord a sud del paese, che testimoniano questo fermento e la voglia di partecipare numerosi. In pullman, in aereo, in nave, non importa. La “Gioventù del Papa” è pronta a sacrifici per essere “cum Petro et sub Petro”, come già visto in molte occasioni, dalla GMG Madrid sotto la pioggia sferzante e il vento impetuoso, a quella di Rio de Janeiro e Panamá sotto il sole cocente.

Dalla Regione Ecclesiastica di Piemonte e Valle d’Aosta saranno quattromilatrecentoventi i giovani pellegrini, ospitati in città gemellate prima di giungere a Lisbona. Sono invece più di mille – tra educatori, giovani, presbiteri e vescovi – i pellegrini in partenza dalla Puglia, riuniti dal Servizio Regionale per la Pastorale Giovanile. “la GMG divenga ancora una volta spazio fecondo di incontri e di storie, che ci aprono all’ascolto di Dio e di noi stessi. Ci mettiamo in viaggio, come Maria, assumendo la postura pasquale di chi si mette in cammino, sospinto dalla forza dello Spirito” è stato l’augurio di mons. Giuseppe Satriano, arcivescovo di Bari-Bitonto e presidente della Conferenza episcopale pugliese. Ai giovani pugliesi è stato consegnato un diario perché possano annotare pensieri e riflessioni che contribuiscano a dar valore alla loro crescita umana e cristiana.

Milleduecento i giovani liguri di cui settecentoquindici solo da Genova, con al seguito educatori e ventisei sacerdoti. Il gruppo più numeroso partirà con undici pullman con tappa a Barcellona e destinazione Lisbona. Da Firenze, invece, partiranno corca novecento giovani. “A me, a noi, che siamo soliti lamentare l’assenza di giovani dalla vita ecclesiale, questo numero suona come un appello: non è vero che i giovani, che tutti i giovani siano lontani dalla ricerca di un’esperienza che li ponga a confronto con Cristo; anche se non ne conosciamo le motivazioni più profonde, ci sono giovani che sono pronti a rispondere a una chiamata (…)” ha dichiarato il card. Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze.

Anche la Sicilia darà il suo contributo con circa cento giovani provenienti dalle diocesi di Trapani, Mazara del Vallo, Palermo, Agrigento, Piazza Armerina e Patti. “Vivete con entusiasmo queste giornate e tornando parlatene con gli amici e i familiari. Anche le vostre comunità parrocchiali attendono il frutto della vostra esperienza. Eventuali disagi non vi impediranno di vivere intensamente momenti di amicizia e approfondimento della vostra identità umana e cristiana” li ha spronati mons. Pietro Maria Fragnelli, vescovo di Trapani. Alcuni di loro saranno ospitati nel Centro social paroquial da Senhora do Calvário a Porto prima di giungere a Lisbona, e termineranno il loro viaggio dopo la GMG a Fatima. Dal Lazio, invece, sono pronti millequattrocento i giovani provenienti da 11 diocesi. Insieme a loro ci saranno otto vescovi, di cui quattro, ausiliari della diocesi di Roma.

GMGM LISBONA 2023

Condividi l'Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *