Abbiamo deciso di sottoporre all’attenzione di tutti il pensiero di noi Ostetriche
e Oss, riguardo le dimissioni della Dottoressa Tiziana Dell’Anna dal Mandic di
Merate.
Siamo legate a questo reparto per la funzione intrinseca che esprime e il
riferimento che è sempre stato per il territorio.
Molte di noi hanno anche vissuto i tempi radiosi nei quali nascevano tanti
bambini.
Finora non ci siamo mai espresse ma, avendo saputo della decisione presa
dalla Dottoressa, vogliamo esprimere pubblicamente la stima e la solidarietà
che nutriamo nei suoi confronti.
La Dottoressa ha manifestato doti quali la capacità di ascolto, l’umanità e la
valorizzazione di ogni figura professionale che opera nel Dipartimento
Materno Infantile; doti che, accompagnate da un grande entusiasmo e
impegno lavorativo, concorrono alla buona riuscita dell’obiettivo del nostro
reparto: un degno accoglimento di ogni nuovo nato.

Dell’Anna si è inoltre spesa con grande competenza nel promuovere e
rilanciare il Punto Nascita di Merate e, grazie a lei, la donna è la protagonista
del “percorso nascita” ed è supportata fino in fondo nelle sue scelte.
Sempre grazie alla Dottoressa, noi Ostetriche possiamo esprimere al meglio
le nostre competenze assistenziali: accogliere, accudire, curare, proteggere.
E’ dal connubio tra la figura della Donna protagonista dell’evento nascita e la
professionalità dell’Ostetrica che è emersa la gratitudine dell’utenza per una
nascita umanizzata, nonché rispettosa dei tempi e dei bisogni soggettivi in
questo delicato e significativo momento, quello nel quale ogni essere umano
si affaccia alla vita.
Alla luce di tutto ciò, siamo veramente dispiaciute per la sua decisione, ma
rispettiamo la sua scelta con il vivo desiderio di vederla sempre qui con noi,
per continuare a veder realizzare i progetti iniziati in questi mesi e che sono
rivolti a tutte le “età” delle donne.

GRAZIE DOTTORESSA
le Ostetriche e le Oss

Condividi l'Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *