UN LECCO DAI DUE VOLTI VIENE RIMONTATO E SUPERATO DALLA TERNANA CHE VINCE 2 A 3

Calcio Lecco – Ternana: 2 – 3
Lecco (4-3-3): Saracco; Lepore, Celjak, Marrone, Caporale; Ionita, Sersanti, Crociata; Di Stefano (dal 17′ s.t. Agostinelli; dal 39′ s.t. Eusepi), Novakovich, Buso (Melgrati, Bonadeo, Degli Innocenti, Bianconi, Giudici, Tordini, Battistini, Boci, Agostinelli, Lemmens, Galli). All. Bonazzoli.
Ternana (3-4-1-2): Iannarilli; Mantovani, Sorensen, Lucchesi; Casasola, Pyyhtiä (dal 1′ s.t. Favasuli), Labojko (dal 17′ s.t. De Boer), Corrado (dal 1′ s.t. Luperini); Falletti; Distefano (dal 45′ s.t. Marginean), Raimondo. (Matei, Nascimiento, Celli, Capuano, Della Salandra, Garau, Dionisi) All. Roberto Breda
Arbitro: Minelli di Varese; ass. Filippo Valeriani, Antonio Severino; IV uomo: Silvia Gasperotti; Var: Eugenio Abbattista, ass. Var: Luigi Nasca.
Marcatori: Ionita (L) al 21′ p.t., Buso (L) al 38′ p.t.; Raimondo (T) al 6′ s.t. e al 24′ s.t., Luperini (T) al 31′ s.t.
Note: spettatori totali 4.137 di cui 1.847 abbonati. Ammoniti: Raimondo per gioco scorretto; Falletti, Luperini. Espulso De Boer per proteste. Angoli: 2-1.

Un partita che sembrata finita dopo i primi 45’, dove il Lecco ha letteralmente dominato la Ternana ed il tutto faceva ben sperare per una vittoria facile, facile. Ma il bello, o il brutto per i Blucelesti, del calcio è che anche le partite che sembrano vinte bisogna chiuderle ed a deciderne la fine è solo il triplice fischio finale dell’arbitro. Ed infatti i secondi 45’ sono una vera proprio disastro per il Lecco, che perde completamente la via del gioco, le gambe dei ragazzi di Bonazzoli non corrono più, mentre quelle dei ternani sono come quelle di Bolt, a confronto dei Blucelesti. Il Lecco sparisce dal campo, in difesa è terrore puro quando gli avanti della Ternana entrano in area. E così fioccano i gol, uno dopo l’altro, con addirittura due annullati agli umbri dal VAR.

Così quella che doveva essere una delle partite decisive contro una delle avversarie per la lotta per la salvezza diventa un vero e proprio incubo, che ricaccia il Lecco in penultima posizione della classifica. A tutto ciò si aggiunga i cambi scellerati decisi dal duo Bonazzoli/Malgrati, che inseriscono un disastroso Agostinelli, reo di aver sbagliato un disimpegno in una zona cruciale del campo, da cui nasce il gol della Ternana.

Forse cominciano a farsi sentire le troppe partite giocate sempre dagli stessi giocatori, con poco spazio al resto della truppa seduti in panchina. Mancano all’appello minuti importanti per l’ex capitan Giudici, Tordini, due giocatori di qualità che meriterebbero qualche occasione in più

Dopo che la partita era stata sospesa per 6’ per l’accensione di fumogeni da parte della tifoseria Bluceleste, il Lecco ha continuato a sciorinare un ottimo gioco, mettendo in difficoltà la Ternana che non si fa mai vedere davanti. Al 20’ ci pensa Ionita a sbloccare il risultato, con il suo secondo gol in campionato, grazie al perfetto assist di Di Stefano che lo serve alla perfezione e il centrocampista moldavo è bravo a incrociare. Buso è in formissima e fa vedere si sorci verdi alla difesa umbra ed è lui andare in rete di tacco per il raddoppio, dopo essere stato servito alla perfezione. Per lui la quinta rete stagionale. Il Lecco chiude il primo tempo con altre due occasioni di Novakovich e Crociata.

Nella ripresa il Lecco parte sotto tono, mentre gli umbri mettono il turbo e vanno subito in rete, al 6’, con un gran giocata di Raimondo, tri i migliori della Ternana, che riceve il pallone in area, si gira e calcia dritto sotto l’incrocio dei pali. La squadra di Breda continua a pressare ed al 24’ pareggia con il colpo di testa di Luperini. Ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Niente da fare il Lecco è assopito e non reagisce, mentre i giocatori di Mister Breda vanno a mille.

Infatti al 69’ ancora Raimondo trova lo spazio giusto per superare Saracco: sesto gol in campionato per lui. Gli umbri capiscono che il Lecco è completo disarmo ed è alle corde e così sei minuti dopo sferrano il colpo del K.O. Infatti al 31’ il subentrato Agostinelli commette una grossissima ingenuità perdendo palla in uscita pochi metri fuori area, i giocatori umbri cambiano immediatamente fascia e la sfera arriva a Luperini che insacca. Rimonta completata.

Poco dopo, la difesa del Lecco è disattenta, Saracco sbaglia l’uscita su un corner: ne approfitta il solito Luperini di testa. La rete però è annullata per il fuorigioco di Distefano che aveva ostacolato il portiere. Nel finale gli ospiti chiudono in dieci per l’espulsione di de Boer, per reiterate protesta nei confronti dell’arbitro.

GIUSEPPE MAZZOLENI

Condividi l'Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *