• 24 May 2024
0 Comments

Maratona di interventi dei consiglieri dell’opposizione ieri al Consiglio Regionale lombardo, per opporsi, anche con l’ostruzionismo, alla volontà del Presidente Fontana di modificare la legge elettorale, a pochi mesi dalle previste elezioni regionali in Lombardia, dando al Presidente la facoltà di indirle in un giorno stabilito da lui.

“Presidente Fontana, non si cambia legge elettorale unilateralmente nel pieno della campagna per le regionali!” scrive Fabio Pizzul, capogruppo del PD in Regione. ” la modifica della legge elettorale permette al Presidente della Regione di indire le elezioni in una data a suo piacimento – benché all’interno della finestra di legge – compito che al momento in Lombardia spetta al prefetto.Un potere che altri Presidenti di Regione hanno già, ma che imposto unilateralmente a poche settimane dalle elezioni è simbolo di un modo di governare autoritario e personalistico che non è mai appartenuto alla nostra regione”.

“Non si cambiano le regole del gioco mentre la partita è già cominciata! Perciò oggi in aula abbiamo deciso di fare ostruzionismo”

Il PD fa anche notare che durante la accesa discussione i banchi dei consiglieri di maggioranza sono rimasti deserti.

Alla fine però la maratona ha avuto successo. Scrive sempre Pizzul: “Abbiamo piegato la maggioranza con una maratona di interventi di tutti i consiglieri di opposizione. Non era scontato, ma abbiamo impedito a Fontana e alla sua maggioranza di cambiare la legge elettorale con un blitz. 
Continueremo a opporci a questa forzatura la prossima settimana e vedremo se alla fine, nonostante tutto, vorranno comunque approvarla d’imperio.
Non si possono cambiare le regole del gioco a partita già iniziata!”

Condividi l'Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *