• 19 June 2024
0 Comments

Il territorio comasco presenta da anni una serie di criticità che la maggioranza Fontana non ha nemmeno provato ad affrontare.
Lo spiega bene il Corriere della Sera in cui viene stroncato l’operato politico di Regione Lombardia degli ultimi trent’anni.
▶️ https://milano.corriere.it/…/como-verso-le-regionali…
Il principale problema contro cui si scontrano ogni giorno i comaschi riguarda la mancanza di medici. I dati raccolti dall’Associazione Cittadinanza Attiva

ci dicono che Como occupa il settimo posto nella classifica delle province con meno cardiologi ospedalieri. Ce n’è solo 1 ogni 19mila residenti. Ma i dati preoccupanti non si fermano qua: a mancare sono anche i professionisti di medicina generale e i pediatri. Secondo i dati risalenti al 2022, i medici di base sono solo 314 per 512.837 cittadini, mentre i pediatri sono soltanto 60 per 82.104 cittadini sotto i 15 anni.
La carenza di dottori si riversa poi tutta sugli ospedali che scontano la mancanza di personale. E allora cosa fare per potersi curare? I cittadini devono per forza ricorrere alle strutture private e a pagare di tasca propria le prestazioni mediche.

Ma i problemi di Como non riguardano solo la sanità: nella lista delle questioni da risolvere rientrano anche la situazione ambientale con le frane, la necessità di migliorare il servizio di navigazione del Lago, oltre alle problematiche relative alle scuole, alla viabilità e agli impianti sportivi.
È arrivato il momento di dire basta e di invertire la rotta: servono interventi celeri e mirati, solo così sarà possibile aiutare i cittadini. 
Como e la Lombardia hanno bisogno di un cambiamento.

Condividi l'Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *