• 23 May 2024
0 Comments

Per il rinnovo del contratto dei comparti Istruzione, Università e Ricerca non ci sono buone notizie. Anzi, preoccupa non poco la sottolineatura del Governo sul voler dedicare quasi tutte le risorse della Legge di Bilancio per il caro energia; e non è da meno il taglio di 3,5 miliardi alla PA nei prossimi tre anni previsto nella Nota di aggiornamento del Documento di economia e finanza.

Le notizie sembrano avere freddato anche le speranze del presidente dell’Aran Antonio Naddeo, che in un post pubblicato sul suo blog, dopo avere rimarcato che il 2 novembre è stato firmato definitivamente il Ccnl delle sanità e che è in dirittura di arrivo la firma del contratto collettivo nazionale per le Funzioni Locali, non nasconde che per quello della scuola resta il nodo risorse. “Manca alla firma il comparto istruzione e ricerca. Le trattative proseguono, ma il nodo principale rimane quello delle risorse per il comparto scuola” ammette il presidente Aran.

(da La Tecnica della Scuola)

Condividi l'Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *