• 17 April 2024
0 Comments

L’ASSEMBLEA REGIONALE HA VOTATO PER CONTINUARE A PERSEGUIRE UN’AMPIA COALIZIONE CHE RAPPRESENTI UN’ALTERNATIVA CREDIBILE AL CENTRODESTRA e POSSANO ESSERE INDIVIDUATE DALLA COALIZIONE FIGURE CHE INCARNINO QUESTO ORIZZONTE SENZA NECESSARIAMENTE PASSARE DALLE PRIMARIE

Oggi, domenica 13 novembre, alle ore 9.30, si è riunita l’Assemblea Regionale di Sinistra Italiana Lombardia che ha dato mandato al coordinamento e al segretario di proseguire gli incontri con le altre forze politiche per costruire una coalizione democratica e progressista più ampia possibile in grado di rappresentare una credibile alternativa all’attuale governo di centro destra in Regione.

La scelta operata da Italia Viva e Azione di candidare Letizia Moratti a Presidente rappresenta per noi una condizione inaccettabile per proseguire un confronto con queste forze politiche. Si tratta di una rottura con il campo democratico progressista, rispondente ad un preciso obiettivo politico di carattere nazionale che nulla ha a che vedere con i bisogni e le domande dei cittadini lombardi.

Sinistra Italiana Lombardia farà tutto il possibile affinché si realizzi una coalizione democratico-progressista ampia e plurale e, partendo dal positivo risultato acquisito dalla lista unitaria Alleanza Verdi Sinistra Reti Civiche, intende contribuire alla realizzazione di tale obiettivo puntando a presentare lo stesso simbolo anche alle prossime elezioni regionali.

Inoltre, l’assemblea regionale lombarda richiama PD e M5S ad un senso di responsabilità nei confronti dei cittadini lombardi che si attendono da anni una proposta alternativa e vincente al centro destra. È nessario quindi riprendere nei prossimi giorni il confronto programmatico, avviato unitariamente e poi interrotto a causa delle elezioni nazionali, superando le difficoltà attuali che non sono legate ad insormontabili differenze nei contenuti.

Sinistra Italiana Lombardia ritiene che, per costruire una proposta politica credibile, siano prioritari i seguenti temi:

Rilancio della sanità pubblica e abbattimento delle liste di attesa

Stop al consumo di suolo

Forti investimenti sui trasposti pubblici

Rilancio dell’edilizia residenziale pubblica

Formazione professionale e servizi per l’impiego per contrare le morti sul lavoro e la precarietà

Difesa dei beni comuni

Occorre esplicitare una netta discontinuità con le esigenze di governo fin qui operate dal centro destra e, in questa logica, ricade la scelta del candidato o candidata Presidente che dev’essere un valore aggiunto e rappresentare un modello di società che accolga e valorizzi le diversità e combatta ogni forma di disuguaglianza, capace in questo di offrire una efficace sintesi politica programmatica magari perché portatore di una vincente esperienza politico territoriale alle spalle.

Crediamo che figure di questo tipo possano essere individuate dalla coalizione che si andrà a definire senza necessariamente passare attraverso il percorso delle primarie.

SINISTRA ITALIANA LOMBARDIA

Condividi l'Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *