• 17 April 2024
0 Comments

È iniziata in aula la discussione sul progetto di modifica della #LeggeElettorale lombarda, che darà al Governatore in carica, cioè Fontana, la facoltà di stabilire la data delle elezioni regionali prossime. 

Con il Gruppo PD Lombardia ho dichiarato di essere contraria alla proposta, per le modalità, e soprattutto i tempi, con cui questo progetto di legge è arrivato in aula: a ridosso delle future elezioni, con campagna elettorale già in corso, e senza un reale coinvolgimento delle minoranze nella sua stesura.
Modificare la legge elettorale  è un provvedimento rilevante, e per questo ci sarebbero voluti tempi più distesi e un confronto vero con le minoranze del Consiglio.
Questo invece non è successo, non è stato voluto nè cercato  un accordo tra le parti.
Il testo arrivato in aula è già confezionato e impacchettato; senza alcun rispetto delle opposizioni. 

È poi paradossale che il Presidente Fontana si riferisca sempre a leggi simili, citando spesso la Toscana, dove il percorso di modifica della legge è avvenuto con tempi congrui e lontani dalla scadenza elettorale, attraverso l’istituzione di un gruppo di lavoro misto con maggioranza e opposizione. 
Gruppo di lavoro in Toscana disertato dalle minoranze di centrodestra, che in aula hanno poi espresso voto contrario. 
In Lombardia non c’è stato alcun gruppo di lavoro, nè alcuna apertura ad altre possibili modifiche, che avrebbero portato a una maggiore condivisione.
Sottolineo quindi il mio parere contrario al progetto di legge.
Lo strumento elettorale deve essere a garanzia di tutti i cittadini e di tutte le forze politiche. 
Così non è.
Inoltre mi preme far notare, la scarsa presenza in aula dei consiglieri di cdx durante il dibattito, con la Giunta in carica che  brillava per un’assenza totale. 
Chiediamo più rispetto, e chiediamo di sapere quali siano i termini della data elettorale.
Vorremmo saperlo non dei giornali o da comunicati stampa, e credo che sia il minimo dovuto alle opposizioni che hanno fatto sempre il loro lavoro entrando nel merito delle questioni.

Condividi l'Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *