• 3 March 2024
0 Comments

Fontana li ha ignorati, nonostante il servizio fallimentare. Noi siamo pronti ad aprire tavolo permanente di confronto. 
Venerdi pomeriggio ho partecipato al presidio in Piazza Lombardia accanto ai pendolari lombardi.

La disastrosa e inefficiente gestione del trasporto pubblico locale, i ritardi, le soppressioni, i disagi che ogni giorno Trenord fa subire a centinaia di migliaia di cittadini sono la manifestazione quotidiana dell’incapacità e dell’arroganza con cui il centrodestra ha amministrato (e intende continuare) la Lombardia. 
Al contrario di Fontana e dell’assessore Terzi, che hanno sbattuto la porta in faccia ai comitati pendolari, noi li incontreremo, con la proposta di aprire subito un tavolo di lavoro per iniziare da oggi a costruire il trasporto pubblico di domani. La nostra porta è aperta e lo sarà sempre.
Oggi abbiamo manifestato per far vedere al presidente Fontana le firme di 30mila cittadini lombardi esasperati. Regione Lombardia, terrorizzata dalle imminenti elezioni regionali, ne fa una questione politica e dimostra ancora tutta la sua incapacità.
Nicola de Marco

In piazza Lombardia insieme ai #pendolari 
30.000 firme di pendolari attendono da mesi risposte dalla Giunta regionale. 
I tavoli territoriali  con i comitati dei pendolari non vengono convocati da 3 anni, a dispetto di una Legge che lo prevede.
Questa sera sono stata dove era giusto stare : al  #presidio per un servizio ferroviario serio e dignitoso.
 Con @Cristina Maranesi e @RaffaeleSpecchia,  Pierfrancesco Majorino Pietro Bussolati Giovani Democratici Lombardia 
Giovani Democratici Milano  @DianaDeMarchi, Adriana Fenzi Sara Bossa
Simone Verni – M5S Nicola Di Marco
E i Comitati che hanno sostenuto la petizione “I Pendolari meritano un Servizio Ferroviario serio”
Paola Bocci

Condividi l'Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *