• 20 June 2024
0 Comments

È l’ultima settimana per ordinare i pacchi delle Terre Resistenti. Un progetto nato nel 2016, attraverso il quale in cinque anni abbiamo sostenuto con più di 50.000 euro le aziende colpite dal sisma delle Marche. Ci saranno tre tipologie di pacchi che si potranno acquistare quest’anno, tutti composti con prodotti del territorio, delle aziende colpite dal sisma o dall’alluvione che nel settembre scorso ha devastato interi comuni marchigiani, provocando vittime e distruzione.

Scrivi a terreresistenti@gmail.com entro il 25 novembre 2022 per ordinare il tuo pacco. 

Si resiste, quindi. Mai come quest’anno. Resistiamo e lottiamo. 

Contro l’indifferenza di chi dimentica drammi e responsabilità appena si spengono i riflettori, contro la negazione dei cambiamenti climatici e di chi minimizza le conseguenze di un sistema che non è più sostenibile. Contro le disuguaglianze che di fronte alle difficoltà emergono in tutto il loro drammatico dilagare. Contro un individualismo esasperato che ha perso il valore della solidarietà e della collettività. Contro l’ignoranza, chi diffonde informazioni distorte e cavalca rabbia e paure inesistenti per il proprio tornaconto politico ed economico.

E resistiamo e lottiamo per le giovani generazioni, a cui dedicheremo una parte dei proventi di questa iniziativa.

Quest’anno ogni pacco infatti avrà una doppia finalità.

Se da una parte sosterremo con l’acquisto di eccellenti prodotti le aziende colpite dal sisma e dall’ alluvione, dall’altra sosterremo i costi per un progetto di ricostruzione per ripristinare spazi per i più piccoli a Senigallia. Per questo abbiamo aggiunto 2 € al costo del pacco, a cui aggiungeremo 2 € noi come Terre Resistenti. Un rapporto di Save The Children di qualche anno fa riportava nel dettaglio quanti spazi di gioco e socializzazione abbiamo tolto negli anni alla popolazione più giovane e quali conseguenze questo abbia nella loro crescita. Bambini e bambine sono sempre in fondo alle priorità, c’è sempre qualcosa che arriva prima, più importante.

E invece dovrebbero essere in cima alle priorità di ogni agenda politica, sociale, culturale.

Terre Resistenti e Possibile, anche con questo piccolo grande progetto, vogliono ricordare che tutto si tiene insieme. E lo facciamo anche nel ricordo di chi è stato strappato ai propri giochi dalle conseguenze di quei devastanti cambiamenti climatici che gli adulti non vogliono affrontare, minando colpevolmente il futuro delle giovani generazioni.

Condividi l'Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *