• 4 June 2023
0 Comments

“LEGA, STRAPPO IN LOMBARDIA: TRE CONSIGLIERI BOSSIANI FANNO UN GRUPPO IN POLEMICA E VENGONO ESPULSI DAL CARROCCIO”
Anche i leghisti ammettono che la Lombardia è stata abbandonata! Oggi la maggioranza di Fontana ha subito l’ennesimo indebolimento. 
Come riporta il Fatto Quotidiano: “Terremoto nella Lega in Lombardia. Tre consiglieri regionali hanno deciso di lasciare il gruppo Lega Salvini Premier con l’intento di creare un nuovo gruppo regionale al Pirellone: sono Roberto Mura, Federico Lena e Antonello Formenti.

I tre se ne sono andati in polemica con la gestione del partito: visto “il malessere interno”, la “non predisposizione all’ascolto delle innumerevoli criticità territoriali” e “l’abbandono totale delle tematiche autonomiste nordiste”, hanno dichiarato.
Il nuovo gruppo, che è considerato molto vicino alla corrente di Umberto Bossi, potrebbe chiamarsi non a caso “Comitato Nord”. Secondo quanto apprende l’agenzia LaPresse, la richiesta è stata comunicata all’Ufficio di presidenza del Pirellone dallo stesso Mura, che sarà presidente, uno dei bossiani che ha partecipato la scorsa settimana al ‘battesimo’ del ‘Comitato Nord’ a Giovenzano (Pavia). La costituzione del nuovo gruppo degli scissionisti della Lega arriva a due mesi dalle elezioni regionali di febbraio per evitare la raccolta firme in vista della formazione delle liste.”

Come ho dichiarato alla stampa, la Lega perde sempre più i pezzi e la leadership di Salvini, oltre a scricchiolare sotto i suoi inutili tweet, non convince più nemmeno i leghisti. 
I consiglieri regionali salviniani si sono sentiti abbandonati? 
Esattamente come i cittadini lombardi, abbandonati da un governo di centrodestra che in questi cinque anni si è letteralmente scordato di loro, soprattutto durante la pandemia. 
In Lombardia c’è il fuggi fuggi pre-elettorale, dopo gli Assessori è la volta dei Consiglieri regionali, perché la disfatta della Lega prende forma e si concretizzerà nel voto del prossimo 12-13 febbraio.

(Visited 1 times, 1 visits today)
Condividi l'Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *