• 2 March 2024
0 Comments

Il Movimento 5 Stelle è per i collegamenti e i servizi, il centrodestra per la devastazione dei territori. Con un colpo di spugna che sa di arroganza e sfrontatezza, il centrodestra ha deciso che la Lombardia deve tornare indietro al 2014,
Per i nostri portavoce Massimo De Rosa e Simone Verni – M5S Lombardia, che oggi hanno partecipato alla conferenza dei servizi indetta da Regione Lombardia per l’infrastruttura Vigevano-Malpensa, “il centrodestra ha deciso di ignorare il progetto per il collegamento con Milano.

Cancellando così i diritti degli imprenditori agricoli, delle Associazioni e di tutti quei Comuni che si erano opposti a un progetto vecchio e incapace di dare risposte concrete. 
Le voci del territorio chiedevano una strada che fosse un vero collegamento verso Milano, i progetti sostenibili e rispettosi del territorio, dell’ambiente e delle attività produttive che sono stati presentati da associazioni, Comuni e Città Metropolitana sono stati tutti cestinati.

Da sottolineare come improvvisamente siano stati trovati 100milioni di euro in più per coprire i costi nel frattempo lievitati, da aggiungere ai 200milioni già preventivati. Per le colate di cemento in Regione Lombardia i soldi non mancano mai, mentre per le ferrovie, le tranvie, i collegamenti, le scuole e i medici le risorse non si trovano mai.”
Ivan Fassoli, candidato M5S alle prossime elezioni regionali che ha sempre seguito la vicenda all’interno dei comitati, aggiunge: “Il centrodestra vuole farci tornare indietro di nove anni. Il progetto presentato in conferenza dei servizi prende in esame le sole tratte A e C, stralciando di fatto la tratta B che rappresentava il vero collegamento dei territori con Milano, quello richiesto dai pendolari. In un clima da restaurazione il centrodestra tira dritto per i suoi interessi: quattro ponti e sette svincoli sono i dati di un’infrastruttura che taglierà in due e distruggerà il territorio, seguendo il modello della BreBeMi.” 

Questa è la Lombardia del centrodestra, una visione alla quale ci opporremo strenuamente, insieme alle altre forze di coalizione. Noi siamo per #UnAltraLombardia, dove i territori vengono rispettati, così come gli imprenditori e i cittadini.

Condividi l'Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *