• 3 March 2024
0 Comments

La Lombardia non è l’eccellenza nel campo dell’uguaglianza di genere.
Secondo gli ultimi dati ISTAT, per il 2021, il tasso di occupazione femminile è pari al 59,5% contro il 73,4% maschile. Un gap che, semplicemente, non è più tollerabile. 
Per questo serve incentivare una cultura aziendale che agevoli la paternità e la maternità, per fare in modo che nessuno sia costretto a dover scegliere tra famiglia e lavoro.

Part-time garantito, flessibilità, nuove forme di smart working e telelavoro su richiesta del lavoratore e piani territoriali degli orari che rendano più semplice la vita di tutte e tutti: dove applicati, questi strumenti sono stati la risposta giusta ai nuovi bisogni delle persone.
Diventiamo, insieme, il punto di riferimento di nuove politiche per le pari opportunità.

Condividi l'Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *