• 19 May 2024
0 Comments

In Regione dovremo fare un’opposizione combattiva ma anche propositiva: non siamo quelli che hanno in tasca solo i “no”. Voglio un’opposizione utile e presente, che continui a rafforzare e radicare in tutti i territori quella proposta alternativa che abbiamo iniziato a costruire in questi due mesi. Ovunque nel mondo i progressisti hanno più capacità di costruire consenso nei centri urbani, come Milano, mentre nella Lombardia profonda non siamo visti come una soluzione ai problemi: succede tra le piccole e medie imprese e su temi quali il consumo di suolo. Dobbiamo lavorare per farci percepire come portatori sani di soluzioni.

Serve una sinistra affamata di futuro e cambiamento. Una sinistra che sappia accompagnare le persone e dar loro speranza. Che sia molto chiara sui propri principi e che punti all’unità, perché il PD da solo non basta: il nostro partito è una condizione necessaria ma non sufficiente per dare concretezza ad un’alternativa credibile e vincente.
La mia è una richiesta di unità e compattezza che vale sia per i candidati alla segreteria del PD, perché un conto è competere ed un altro è dividersi, sia alle forze che faranno opposizione a Fontana. Terzo polo incluso.
È il momento di costruire.

Condividi l'Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *