• 2 March 2024
0 Comments

I risultati delle elezioni regionali sono stati chiari e sono stati contraddistinti da un’elevatissima astensione e dalla netta riconferma di Fontana come presidente. I risultati del PD sono stati in chiaroscuro, anche nella nostra provincia: in diversi Comuni siamo stati sotto il 10%, e complessivamente il risultato non può certo essere soddisfacente. In questo quadro di forte sofferenza, forse l’unica nota positiva è data dal notevole risultato del PD del nostro mandamento, nettamente sopra la media provinciale, grazie soprattutto al “traino” della nostra candidata Alba Rapella, che solo a Morbegno ha raccolto 900 preferenze personali (per un totale di 2500 a livello provinciale – terza più votata in assoluto dietro Sertori e Cioccarelli).

Si tratta di un risultato che gratifica i tanti sforzi fatti, l’impegno di tutto il nostro Circolo e la capacità di Alba di rappresentare con coerenza temi e proposte del nostro partito, dimostrando che “stare” sul territorio paga. 
Avremo tempo e modo (anche partendo dal report che trovate qui sotto, che abbiamo predisposto come circolo) di analizzare più compiutamente il risultato complessivo, che ci consegna a mio avviso l’ennesima occasione peduta: a partire dalla frattura con Azione/IV fino al ritardo col quale abbiamo designato Pierfrancesco Majorino, dall’assurdità di un congresso nazionale in piene regionali alla difficoltà di interpretare le esigenze dei tanti scontenti (che non hanno scelto di votare per noi, ma di rimanere a casa). Mi lancio già avanti e dico una cosa: per favore, da qua al 2028 facciamo davvero tesoro dei nostri errori!

Questa domenica, come sapete, si terranno le primarie aperte: ad affrontarsi saranno Stefano Bonaccini ed Elly Schlein. Più sotto troverete orari e luoghi dei seggi: a proposito, abbiamo bisogno di volontari che anche solo per due ore ci diano una mano a tenere aperti i seggi. Scrivetemi se avete tempo e modo di dare una mano, anche solo due ore sono preziose!
Al di là di chi vincerà, credo che a vincere potrà essere il Partito democratico soltanto se il perdente supporterà con lealtà il vincitore. Lo dico perché in questi anni, nei momenti delle primarie, abbiamo assistito spesso a grandi scoppi di entusiasmo, a riavvicinamenti di persone che per un motivo o per l’altro si erano allontanati dal PD: faccio a tutti l’augurio di non perdere questo entusiasmo e la voglia di partecipare, anche se il proprio candidato non vincerà. Abbiamo visto e pagato a caro prezzo in questi anni le divisioni e i piccoli distinguo, e la situazione attuale – con la destra al governo a Roma e a Milano – tutti gli sforzi devono essere rivolti a costruire per davvero una visione alternativa, in cui gli elettori possano riconoscersi.
Buone primarie a tutti!
  
Federico Gusmeroli
Coordinatore del Circolo PD Morbegno
 

Condividi l'Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *