• 20 June 2024
0 Comments

PRIMARIE PD, ANCHE IN BASSA VALLE VINCE SCHLEIN, OLTRE 400 AI GAZEBO
“Ora avanti per costituire un’alternativa credibile, chiara e coerente alle politiche della destra” Così come nel resto della Lombardia e della nostra provincia, anche in Bassa Valle la mozione di Elly #Schlein ha conquistato la maggioranza dei voti: in totale hanno votato oltre 400 persone nei cinque seggi, allestiti grazie al fantastico sforzo di tanti volontari, ai quali dobbiamo tutti un ringraziamento per questo risultato complessivo.

Le “primarie aperte” di domenica nel Morbegnese hanno visto 284 voti per Elly Schlein contro i 124 per Stefano #Bonaccini. Partiamo proprio da questa grande partecipazione, ringraziando tutti quelli che hanno scelto di partecipare a questo percorso e di far parte di una comunità che si ritrova in valori condivisi. Dopo le elezioni politiche e quelle regionali, i cui i risultati sono stati inferiori alle aspettative, la giornata di domenica è stata il segnale che c’è una forte richiesta di un Partito Democratico capace di rappresentare adeguatamente persone, territori, bisogni – tanta gente ha riposto fiducia in queste primarie e noi, partendo dalle strutture territoriali del partito, dobbiamo dimostrarci all’altezza di queste aspettative.

UN RISULTATO NETTO Il risultato di queste primarie è assolutamente netto e comunica la voglia e l’urgenza di un forte cambiamento nel nostro Partito, ribaltando gli esiti della prima fase tra gli iscritti. È sicuramente un tema su cui riflettere, insieme al fatto che nelle nostre zone la mozione Schlein ha preso più del doppio dei voti di Bonaccini nonostante la quasi totalità dei dirigenti del Partito sostenesse invece quest’ultimo: era già successo quattro anni fa, e costituisce a nostro avviso un segnale importante che non si può nuovamente ignorare.

E ADESSO.. LAVORARE INSIEME! Oggi finalmente si mette termine a sei mesi complicati, tra elezioni e congressi. Dobbiamo metterci, tutti insieme, a lavorare per creare e costituire un’alternativa credibile, chiara e coerente alle politiche delle destre: questo scoppio di entusiasmo, questa ventata di aria nuova, la passione e l’impegno di diversi che si sono riavvicinati al PD non possono essere sprecati. Abbiamo visto e pagato a caro prezzo in questi anni le divisioni e i piccoli distinguo, e vista la situazione attuale – con la destra al governo a Roma e a Milano – gli sforzi di tutti devono essere oggi rivolti a costruire per davvero una visione alternativa, in cui la maggior parte degli elettori possa riconoscersi.

Il coordinamento del Circolo “Giulio Spini”

Condividi l'Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *