• 24 May 2024
0 Comments

Il decreto bollette approvato ieri in Consiglio dei ministri reintroduce gli oneri di sistema sull’elettricità, una scelta sbagliata che inciderà per circa il 22% in più su ogni bolletta elettrica, e riduce la tassazione sugli extra profitti per le aziende dell’energia che nei mesi scorsi hanno ottenuto utili miliardari.
Il governo deve ancora chiarire alcuni contenuti del decreto, come la percentuale del credito d’imposta riconosciuto alle imprese. Era del 45% per le aziende energivore ma, ad oggi, rimane l’incertezza sulla effettiva consistenza dal 1 aprile, lasciando nell’insicurezza tante aziende che non saranno in grado di mettere mano al ribasso dei listini, necessario per il calo dell’inflazione che dipende sostanzialmente dall’energia.
È inaccettabile che il governo abbia inserito all’ultimo secondo persino lo scudo penale per evasori, l’ennesimo condono di un Governo sempre meno dalla parte dei cittadini.

PD LOMBARDIA

Condividi l'Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *